In Rete

Riimmaginiamo insieme il volto della Futurità Educativa

Condividiamo l'iniziativa formativa della FIDAE. 

EVENTI FIDAE 2022, CONVEGNO E ASSEMBLEA NAZIONALE

Webinar FIDAE: Ri-immaginare il nostro futuro insieme: un nuovo contratto sociale per l’educazione

Lunedì 5 settembre, dalla ore 9.00 alle ore 11.15 ricomincia la formazione online, si parte con un webinar organizzato da FIDAE con Associazione Genitori Scuole Cattoliche e CIOFS Scuola Nazionale intitolato "Ri-immaginare il nostro futuro insieme: un nuovo contratto sociale per l’educazione" con Andrea Porcarelli


✅Qui il form per l'iscrizione che è aperta e gratuita

?https://iscrizioni.fidae.it/incontro-docenti-2022/

            

SCUOLA, CONSIGLIO NAZIONALE FIDAE CHIEDE A CHI SI APPRESTA A GOVERNARE L’ITALIA DI METTERE GLI STUDENTI AL CENTRO DI OGNI AZIONE POLITICA

“Oggi abbiamo una responsabilità molto grande, e parlo di tutta la scuola, perché i ragazzi hanno bisogno di essere accompagnati, senza però avere la presunzione di sostituirci a loro. Per questo chiediamo anche ai politici, a chi si appresta a governare, dove vogliono mettere i giovani, quale spazio vogliono riservargli perché si tratta del futuro del nostro paese”.

CONVEGNO ONLINE DEL COSPES: LE NUOVE PROSPETTIVE DELL’ORIENTAMENTO

A seguito dei risultati emersi dalla Ricerca “I giovani e la Pandemia”, realizzata dal COSPES (Centri di orientamento scolastico professionale e sociale) Nazionale in collaborazione con il CIOFS/Scuola.

EVENTO PUBBLICO FIDAE IL 27 AGOSTO A NAPOLI: PER COSTRUIRE UN NUOVO CONTRATTO SOCIALE PER L’EDUCAZIONE

Il CIOFS Scuola condivide l'iniziativa promossa dalla FIDAE per il 27 agosto p.v. a Napoli. Le scuole delle Figlie di Maria Ausiliatrice vogliono "Ri-immaginare" il futuro insieme alle altre scuole cattoliche per un "nuovo contratto sociale per l'educazione".

COMINICATO STAMPA

“Ri- immaginare il nostro futuro insieme: un nuovo contratto sociale per l’educazione” è il tema al centro dei lavori del Consiglio Nazionale Fidae che si terrà a Napoli il prossimo 27 agosto, dalle ore 9.30 alle ore 12.30, nella Sala Sisto V presso il complesso San Lorenzo Maggiore. La sessione pubblica del CN della federazione vuole animare e stimolare il dibattito intorno al “ruolo della comunità civile (nello specifico territorio del mezzogiorno) ed ecclesiale per un nuovo patto sociale sull’educazione” tema che l’UNESCO propone con il Nuovo Rapporto.

La mattinata inizierà con il saluto della Presidente nazionale Fidae, Virginia Kaladich, a cui si uniranno i saluti del Custode del Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, P. Angelo Palumbo e quelli di Giovanni De Pasquale, Resp.le tecnico per la provincia di Napoli dell’Ordine dei Frati Minori. La sessione dei lavori inizierà con l’intervento del vescovo ausiliario di Napoli, Mons. Gaetano Castello, a cui seguirà quello del Ministro per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna. Interverranno poi: Ernesto Diaco, Direttore dell’ L’Ufficio Nazionale per l’Educazione, la Scuola e l’Università della CEI, Luisa Fortini, Assessore alla Scuola e alle Politiche Sociali e Giovanili della Regione Campania; Giuseppina Rita Jose Mangione, Prima ricercatrice Indire e coordinatore scientifico del Nucleo Territoriale Sud; Andrea Porcarelli, Professore Associato di Pedagogia generale e sociale presso l’Università di Padova; Antonio Tajani, Europarlamentare già Presidente del Parlamento Europeo. Modererà i lavori Padre Oronzo Marraffa, Vicepresidente della Federazione Italiana dei Settimanali Cattolici. Sono stati invitati anche il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi e il Dirigente dell’USR Campania, Ettore Acerra.

“La scuola sta attraversando una fase molto delicata, perché la crisi pandemica prima e quella sociale poi hanno cancellato un vecchio modello ed è responsabilità di tutti quella di costruire un nuovo patto sociale sull’educazione che getti le fondamenta per il futuro del nostro Paese – ha detto la Presidente nazionale Fidae – Per questo abbiamo la necessità di immaginare nuovamente la scuola, di basarla sull’ascolto, sulla relazione vera e profonda tra insegnanti e alunni ma anche tra corpo docenti e famiglie e tra dirigenti scolastici e istituzioni territoriali e nazionali perché solo se sapremo camminare insieme riusciremo a superare questo momento, uscendone migliori”

Scarica il comunicato stampa 

Locandina